GIANNITESSARI PREMIA L’INTRAPRENDENZA DE AL CJASAL

GIANNITESSARI PREMIA L’INTRAPRENDENZA DE AL CJASAL

Il premio della guida Venezie a Tavola consegnato dall’azienda agricola Giannitessari di Roncà a Stefano e Mattia Manias, giovani promesse veneziane

È la trattoria Al Cjasal di San Michele al Tagliamento (Venezia) il ristorante emergente dell’anno selezionato dal critico gastronomico Luigi Costa e premiato dall’azienda agricola Giannitessari di Roncà (Verona). Il premio è stato consegnato dallo stesso Tessari a Stefano e Mattia Manias ed Elena Falliero, gestori del locale, in occasione della presentazione dell’ottava edizione della guida Venezie a Tavola. Con oltre 150 ristoranti e 50 tra vini e prodotti artigianali, la guida pubblicata da Venezie Post anche quest’anno conduce alla scoperta delle eccellenze gastronomiche di una vasta regione che si estende dall’Alto Adige all’Istria.

Giovani talenti ricchi di promesse che hanno struttura, sguardo all’orizzonte e profondità di ricerca” ha spiegato Costa, nella cui carriera ha scovato decine di talenti in cucina. E tale sembra essere il destino dei fratelli Manias e della pasticcera Elena Falliero che da quattro anni gestiscono il locale di famiglia dopo aver fatto esperienza nei ristoranti degli Alajmo e da Bartolini. Oggi propongono un ambiente caldo e accogliente con una formula del tutto originale: dello stesso piatto si può prendere la porzione, la mezza porzione, oppure il cicchetto. “La cena può diventare un lungo aperitivo, in cui provare decine di assaggi, abbinando ogni boccone ad un calice di vino” spiega Stefano Manias. Una cucina certamente informale che non trascura però la qualità delle materie prime. Come quelle dell’orto, coltivato personalmente da Mattia.

Informalità e pragmatismo – spiega Gianni Tessari, titolare dell’omonima azienda agricola – sono questi gli elementi che mi fanno sentire particolarmente in sintonia con questi giovani chef che sono onorato di premiare. Anche a me piace andare alla sostanza delle cose, abbandonando inutili formalismi che il mondo del vino e quello della ristorazione devono oggi più che mai superare”.

Una strada che Gianni Tessari persegue attraverso vini in grado di coniugare piacevolezza e carattere. Tre i territori e le denominazioni nelle quali l’azienda opera: Lessini Durello di cui rappresenta uno dei principali produttori della versione Metodo Classico, Soave per i vini bianchi e Colli Berici per i vini da vitigni a bacca rossa.

Circa 55 gli ettari di vigneto distribuiti nelle tre DOC tra le province di Verona e Vicenza, una moderna cantina con circa 7.000 metri e 350.000 bottiglie prodotte, per un totale di quindici etichette.

Informazioni al sito: www.giannitessari.wine

Press info:

Michele Bertuzzo – Giada Azzolin

Related Posts
Leave a reply