La dieta perfetta dello sportivo e gli Europei di calcio 2016

La dieta perfetta dello sportivo e gli Europei di calcio 2016

Come tutti sanno, ci sono cibi più indicati (e altri meno) per una corretta alimentazione da tenere, in caso si pratichi sport, sia a livello agonistico che professionale. E’ vero che non esistono alimenti capaci di farci vincere una gara, ma esistono però molti alimenti che possono farcela perdere. Tutti ormai sono a conoscenza che l’alimentazione è importante, così come la preparazione atletica e l’allenamento. Il ritmo di gioco nel calcio moderno, per fare un esempio facile, oggi non consente alcun tipo di improvvisazione per quanto riguarda la preparazione fisica dell’atleta. Partendo da questo dato di fatto bisogna crearsi una consapevolezza alimentare, e prendere confidenza con pochi concetti generali che è utile conoscere per impostare una corretta alimentazione, in relazione agli sforzi fisici da sostenere.
Nei diversi momenti della giornata, lo sportivo deve essere in grado di compiere la giusta scelta di carboidrati, proteine, grassi di qualità, vitamine e minerali possono fare la differenza.  Ci sono innumerevoli diete in campo nutrizionale, e ci sono anche tantissime teorie diverse. Detto questo le regole principali vengono rispettate in molti campi sportivi, anche se spesso bisogna fare una distinzione tra chi pratica uno sport anaerobico e chi invece fa sport aerobici.

Ad esempio la dieta di chi pratica rugby sarà sicuramente diversa rispetto a chi fa basket, pallavolo o tennis. Nel calcio invece è bene seguire un regime alimentare abbastanza misto, dove il livello di proteine da assumere va ridotto, mentre i carboidrati sono molto consigliati in quanto facilmente digeribili e capaci di favorire l’aumento delle scorte di glicogeno nei muscoli e nel fegato. Una delle cose fondamentali, da ricordare è l’abbinamento tra carboidrati e proteine, come ad esempio carne e pasta o riso.

Molto consigliata è l’assunzione di vitamine, e di bibite ricche di sali minerali, che specialmente nel periodo estivo, come per chi dovrà affrontare gli Europei in Francia, sono un metodo ottimale per riuscire ad avere un controllo psicofisico ottimale. Quando si parla di grandi tornei e manifestazioni sportive di grande rilevanza mediatica, come Euro 2016 che si svolge tra giugno e luglio e che coinvolge 24 nazionali europee, si pensa spesso al numero di persone che assisteranno e seguiranno i vari match relativi a questa competizione.

Negli ultimi tempi il ruolo assunto dalle scommesse sportive, se pensiamo ad esempio ai mondiali in Brasile del 2014, è stata davvero notevole. Molti operatori del settore dispongono di quote e di scommesse che vengono create esclusivamente per queste manifestazioni e ovviamente anche gli europei di calcio faranno parte di questo tipo di discorso, qui potrete trovare le quote per gli europei 2016 su William Hill che, a partire dal 10 giugno e fino al 10 luglio, vedranno coinvolte le principali formazioni, con Francia, Spagna, Germania, Inghilterra e Italia che sono sicuramente tra le principali candidate al titolo.

Un evento di grande importanza di cui i principali network sportivi si stanno già occupando assiduamente, e con servizi, inserti, speciali relativi a statistiche e pronostici. Dopo la partita inaugurale del 10 giugno tra Francia e Romania sarà la volta di 2-3 partite al giorno che vedranno coinvolti i sei gruppi presenti a questa edizione.

 

Redazione Newsfood.com
(servizio pubbliredazionale)

 

 

Related Posts
Leave a reply