Pasta trafilata in oro, il food design di Uno.61

Pasta trafilata in oro, il food design di Uno.61

 

1° dicembre 2019… Comunicazione ultim’ora:
… La Pasta Trafilata in Oro Uno.61 è esaurita!
Per prenotazioni: (Clicca qui)

Il mercato della pasta fresca ha avuto una grande evoluzione negli ultimi anni e ha visto l’affacciarsi di nuove tipologie “di lusso”, come la pasta trafilata in oro di Uno.61. Prodotta con una selezione di grano duro di Altamura, e dall’aspetto ruvido e poroso, è capace di accogliere e trattenere il sugo con maestria.

La pasta trafilata in oro di Uno.61 ha una tenuta in cottura eccezionale, oltre che un alto valore proteico e un basso indice glicemico, grazie alla tipologia di semola impiegata e al metodo di lavorazione. La pasta di semola di grano duro, infatti, se cotta al dente, ha un indice glicemico (misura la velocità con cui il valore della glicemia nel sangue sale dopo aver assunto carboidrati) di 45 e questo valore aumenta se la cottura viene prolungata.

Il binomio tra il maestro pastaio Raimondo Mendolia ed il famoso sarto Angelo Inglese

UNO.61 rappresenta la quintessenza della pasta e fonde sapientemente due capisaldi del made in Italy: food e design. L’idea di realizzare una pasta di semola di grano duro trafilata in oro, racchiusa in un prezioso packaging, è nata dall’incontro tra il Maestro pastaio di fama internazionale Raimondo Mendolia e il famoso Sarto di Ginosa Angelo Inglese.

Da questo felice incontro è nato un formato unico di pasta artigianale trafilata in oro e avvolta in pregiate stoffe sartoriali cucite rigorosamente a mano. UNO.61 racchiude 3 simboli in un prodotto unico nel suo genere: filiera produttiva, materie prime e design al 100% italiani.

L’eleganza si concentra nella camicia”, diceva Oscar Wilde e non aveva torto. Del resto, la pasta trafilata in oro Uno.61 è un alimento genuino, con una sua nobiltà d’animo, che meritava una “camicia”… una semplice idea in grado di unire sartoria, design e food, generando un progetto che delizia il palato di tutto il mondo con una bella storia all’italiana.

I tessuti di Angelo Inglese fanno da scrigno alla pasta, sposando in pieno la causa del recupero e sostenibilità. Si presentano volutamente uno diverso dall’altro: ritagli di camicie cuciti completamente a mano e chiusi con bottoni in puro corozo. Per renderli ancora più esclusivi, possono essere anche personalizzati con svariati ricami.

Dove acquistare la pasta Uno.61
(Clicca qui)

Pacchero UNO.61 in camicia Riga larga Azzurra

15,90

“L’eleganza si concentra nella camicia” diceva Oscar Wilde.
Una “camicia” per un alimento nobile: la PASTA.

Il migliore grano duro italiano, un attento lavoro a mano, la trafilatura in oro e una lunga essiccatura a bassa temperatura, sono i segreti di questa pasta.
Prodotta con una selezione di grano duro di Altamura, dall’alto valore proteico e un basso indice glicemico grazie alla tipologia di semola utilizzata e al metodo di lavorazione, una pasta che è sinonimo di passione, cura e qualità.

“SARTORIA, DESIGN e FOOD” un progetto che delizia il mondo con una bella storia tutta italiana.
I sacchetti-camicia, sono fatti anche con avanzi di tessuti, sposando in pieno la causa del RECUPERO e della SOSTENIBILITÀ’. Secondo la tradizione della nostra sartoria, sono cuciti completamente a mano e chiusi con bottoni in puro corozo, con l’intento di regalare bellezza anche al “buono”.

Per le suddette ragioni,  l’articolo confezionato in questa fantasia è un pezzo unico.

Redazione Newsfood.com

Vedi anche:

Leggi Anche
Scrivi un commento